Banner
Banner

I sentieri perduti volume 1

Paesini "fantasma"

New TrekkingMA
Escursioni/Eventi in programma

- Domenica 23 Settembre 2018: il mito della Sibilla raccontato da Diego Mecenero. Da non perdere!!

by AG

Accedi/Registrati



Ultimi commenti

Ricevi le news

Iscriviti

Privacy e Termini di Utilizzo

Brevi news

Monti Sibillini: ucciso un altro lupo!
Sabato 17 Gennaio 2015
 UN ALTRO LUPO SOTTO LE GRINFIE DEI BRACCONIERI!Purtroppo, ancora... Leggi tutto...
Ricoverato il muratore di Dio!
Sabato 22 Novembre 2014
PADRE PIETRO LAVINI SOCCORSO DALL'ELIAMBULANZA!Quanti di noi... Leggi tutto...
Spezzato il volo libero di un'Aquila Reale!
Lunedì 16 Gennaio 2012
 UN PATRIMONIO DEI SIBILLINI ABBATTUTO DAI BRACCONIERI! Dopo la... Leggi tutto...
Non c'è limite all'odio!!
Sabato 29 Gennaio 2011
DECAPITATO UN LUPO E MOSTRATA LA SUA TESTA COME UN TROFEO:... Leggi tutto...
Si alza il sipario sulla Sibilla!
Lunedì 23 Agosto 2010
RIVALUTAZIONE DEL M. SIBILLA E DELLA SUA FAMOSA GROTTA  La Sibilla... Leggi tutto...

M. Azzurri al TG1

Neve Lame Rosse. Giampiero

Get the Flash Player to see this rotator.
Powered By Joomla.it
cartina

Sondaggio

La vetta che ti appartiene:
 
Trekkingmontiazzurri. La Delizia del Silenzio: i M. Sibillini
L'eclissi con Trekkingmontiazzurri: una splendida serata! Stampa E-mail
Share
Cronache - Cronache da S. Liberato
Scritto da Paolo Ciccarelli   
Martedì 31 Luglio 2018 18:14

 DA PIZZO META CON TREKKINGMONTIAZZURRI: L'ECLISSI DI LUNA PIU' LUNGA DEL SECOLO

E' stata davvero una serata da incorniciare. L'eclissi di Luna tanto attesa non si è fatta pregare e puntualmente, appena giunti ai Piani di Ragnolo, iniziava a sorgere già un pochino coperta dall'ombra della Terra. E mentre la Luna sorgeva dal lato opposto il Sole se ne andava a "nanna" lasciando dietro di se uno splendido tramonto con le poche nubi (per fortuna) che si tingevano di rosa. Uno spettacolo straordinario.

Ed in ben novantotto persone tra giovani, meno giovani, bambini ed adolescenti hanno aderito a questo evento organizzato da Trekkingmontiazzurri ed a tutti quanti, uno per uno, va il mio più caloroso GRAZIEEE per la serata indimenticabile che mi avete fatto trascorrere. E' stato davvero un pellegrinaggio di massa per assistere ad uno degli eventi più belli e suggestivi che Madre Natura ci mette a disposizione e non potevamo perderlo.

 
Il Lago di Pilato è resuscitato! Stampa E-mail
Share
Lago di Pilato/Vettore - Notizie e curiosità dal Lago di Pilato
Scritto da Paolo Ciccarelli   
Sabato 09 Giugno 2018 09:18

DOPO UN ANNO DI PAUSA, E' TORNATO IL LAGO CON GLI OCCHIALI!!

L'anno scorso (primavera/estate 2017)  mi ritrovai a leggere tanti commenti, soprattutto sui quotidiani on-line, riguardo il prosciugamento del Lago di Pilato. Commenti che ad alta voce gridavano alla sparizione del lago e del suo piccolo abitante dandolo per sempre spacciato per la formazione di una enorme voragine nel sottosuolo dovuta al terremoto del 2016.

Opinioni che avevano scatenato una reazione a catena provocando "malessere e malumore" in quasi tutti gli appassionati ed amanti dei Monti Sibillini, sensazionalismi di escursionisti ed alpinisti domenicali ed occasionali spesso troppo poco informati sulla storia cronologica del lago e soprattutto sulle sue caratteristiche. Conoscendo bene il mondo di "Pilato" mi ero astenuto da qualsiasi commento anche perchè non si può gridare preventivamente "al Lupo...al Lupo..".

 
Un Vettore ferito ma...grandioso!! Stampa E-mail
Share
Cronache - Cronache Lago di Pilato/Vettore
Scritto da Paolo Ciccarelli   
Lunedì 21 Agosto 2017 18:00

RITORNA A VIVERE FORCA DI PRESTA E CASTELLUCCIO

Dopo più di un anno riesco a metter piede di nuovo a Forca di Presta dopo la riapertura della strada (seppur con sette semafori) proveniente da Norcia. Certo che da Macerata non è proprio molto conveniente ma è comunque un primo segnale per cercar di tornare al più presto alla normalità.

Da dire poi che non è stata un'escursione come tutte le altre; ad accompagnarmi c'era infatti Sara che era da circa 6 anni che non si apprestava a fare un'escursione degna di questo nome per la nascita prima di Angelo e poi di Marta e soprattutto era da molto tempo che anch'io non mi accingevo a vivere una notturna su in cima al Vettore.

 
Pericolante masso all'imbocco della forra del Fiastrone! Stampa E-mail
Share
Cronache - Cronache dal Fiastrone
Scritto da Paolo Ciccarelli   
Venerdì 30 Dicembre 2016 22:15

ECCO PERCHE' NELLE FORRE E NELLE GOLE AL MOMENTO E' SCONSIGLIATO E VIETATO AVVENTURARSI

Il sisma non ha fermato la voglia di camminare là dove è possibile anche se ormai è radicata in tutti noi la consapevolezza che i luoghi a cui siamo affezionati non saranno più come prima, purtroppo. E così il giorno di S. Stefano si è svolta, quasi regolarmente, la Santa messa alla caratteristica grotta dei Frati a strapiombo sulla Gola del Fiastrone. Era un appuntamento al quale mi premeva molto partecipare con tutta la mia famiglia e così abbiamo fatto. Soltanto una volta dalla prima scossa del 24 agosto mi ero affacciato sui Sibillini; una settimana prima del tremendo terremoto di fine Ottobre ero stato con Sara, Angelo e Marta ed alcuni amici a pranzo alla taverna di Foce dopo una piccola sgambata lungo il Pian Gardosa.

Da quel giorno non ero più salito sui Sibillini primo perchè non era il caso e neanche possibile inoltrarsi in nessun tipo di escursioni subito dopo il 6.5 di domenica e poi, quando alcune zone dei Monti Azzurri erano tornate accessibili, non ero ancora pronto a rivivere certi luoghi devastati da questo tsunami terrestre. L'ultima escursione degna di questo nome? Il 9 Agosto 2016, un bellissimo anello che nonostante in questo periodo non si possa fare, mi accingerò a pubblicare ugualmente aspettando che la gola dell'Infernaccio ritorni agibile. 

 
Fabrizio Diletti: strepitose foto! Stampa E-mail
Share
Monti Sibillini - I Monti Sibillini
Scritto da Paolo Ciccarelli   
Mercoledì 21 Dicembre 2016 18:00

Dopo tanta amarezza e tristezza per ciò che è accaduto sui nostri Monti Azzurri, si cerca lentamente di tornare alla normalità anche se ci vorrà molto tempo e soprattutto pazienza. Cerchiamo di esse ottimisti e speriamo che la ricostruzione sia fatta con coscienza e con criteri adeguati e soprattutto senza sperperare il denaro in non si sa che cosa.....ci siamo capiti vero???? Nel frattempo Fabrizio ha inviato le sue prime foto su Trekkingmontiazzurri e che foto ragazzi. Sono degli straordinari scatti, anche notturni, che almeno per qualche istante ci fanno ricordare che panorami mozzafiato posso regalarci le nostre splendide montagne e che prima o poi torneranno a splendere di un bagliore ancora più accecante.

Colgo l'occasione per augurare a tutti gli iscritti e lettori di Trekkingmontiazzurri delle serene festività con l'augurio di un 2017 pieno di soddisfazioni; buttiamoci alle spalle questo 2016 che purtroppo ci ha lasciato in eredità moltissime vite umane e la consapevolezza, ancor maggiore, che con la natura e la montagna non si scherza. Cerchiamo il modo di fare tutto il possibile per non rimpiangere nulla se si verificasse un altro evento simile.......in un futuro molto molto lontano!!!!

<<< Home

 
Ad un mese dal 6.5 Stampa E-mail
Share
Monti Sibillini - I Monti Sibillini
Scritto da Paolo Ciccarelli   
Martedì 29 Novembre 2016 17:09

 PER I MONTI SIBILLINI E' L'ANNO ZERO

A distanza di un mese dall'ultima tremenda scossa di terremoto che ha costretto migliaia e migliaia di persone a rinunciare alla propria casa, lo sciame sismico continua ininterrotto. La nostra pazienza e soprattutto la nostra tenuta psicologica è severamente messa a dura prova. In queste brevi righe mi limiterò a dire e a ribadire semplicemente quello che tutti noi, appassionati escursionisti, già sappiamo ed abbiamo appreso da notiziari e giornali soprattutto online. Il Parco nazionale dei Monti Sibillini ha subito enorme cambiamento e da qui in avanti non sarà mai più come prima. Interi paesini e frazioni non ci sono praticamente più a partire da Visso, Ussita, Castelsantangelo sul Nera, Castelluccio. Tutti hanno subito severi o irrimediabili danni che speriamo vengano affrontati nel modo giusto e nel più breve tempo possibile per ridare a queste splendide zone ed alle persone che le abitano la dignità e lo splendore che meritano.

Profondissime sono le ferite aperte che il territorio ha subito e che con il passare del tempo diventeranno sicuramente cicatrici indelebili, testimonianza di un cambiamento continuo ed inarrestabile e che purtroppo ci ha voluto come spettatori. Se qualcuno si fosse mai chiesto come si fosse formata la caratteristica e leggendaria "scia delle fate" sotto il Redentore o il famoso inghiottitoio del Pian Grande noto come il Fosso dei Mergani, ora ha la risposta concreta e visibile. Siamo di fronte ad un periodo geologico molto importante; per quanto mi riguarda è "l'anno zero" l'anno da cui ripartire in modo diverso soprattutto nella ricostruzione ma anche nel modo di affrontare le escursioni per chi conosce a fondo i Monti Azzurri.

 
Le zone più a rischio dei Sibillini Stampa E-mail
Share
Monti Sibillini - I Monti Sibillini
Scritto da Paolo Ciccarelli   
Sabato 27 Agosto 2016 14:22

MOLTA CAUTELA E PRUDENZA LUNGO I SENTIERI DEI MONTI SIBILLINI

Purtroppo la catena montuosa dei Monti Sibillini e non solo è stata ancora vittima dell'ennesimo terremoto che ha scosso violentemente il centro Italia. Come avete avuto modo di apprendere dai continui aggiornamenti televisivi e via Web, numerose sono state le vittime e ingentissimi i danni provocati nei paesini a cavallo tra il Parco Nazionale dei Sibillini e quello del Gran Sasso e Monti della Laga: Amatrice, Accumoli e Pescara del Tronto praticamente rase al suolo e numerosissime case crollate ed inagibili ad Arquata del Tronto.

Altri danni provocati a Norcia con crolli anche nel caratteristico paesino di Castelluccio di Norcia e sparsi qua e là nelle provincie di Macerata, Perugia ed Ascoli Piceno.

 
L'Alga Rossa ai Pantani di Accumoli! Stampa E-mail
Share
Pantani di Accumoli - Pantani di Accumoli
Scritto da Paolo Ciccarelli   
Martedì 16 Agosto 2016 15:16

DOPO ANNI DI TENTATIVI ANDATI A VUOTO, UNA BELLA SORPRESA AI PANTANI DI ACCUMOLI

E' stata davvero una graditissima sorpresa quella che ci hanno regalato i caratteristici laghetti di Accumoli luogo di incontro di tre regioni (Marche, Umbria e Lazio). E' proprio vero che la Natura ti regala suggestivi panorami e splendidi particolari quando meno te lo aspetti e così è stato per noi. Con la mia famiglia avevo deciso di raggiungere i Pantani di Accumoli il giorno precedente a Ferragosto considerato la bella giornata che si presentava. Sarebbe stata anche una bella passeggiata per i bambini in compagnia di tantissimi animali sparsi ovunque lungo il sentiero e soprattutto intorno alle "pozze" d'acqua che in Agosto non sono certamente al massimo della loro capienza.

 
Splendidi dettagli del Chirocefalo!! Stampa E-mail
Share
Monti Sibillini - Curiosità dai M. Sibillini
Scritto da Paolo Ciccarelli   
Venerdì 15 Luglio 2016 16:52

STRAORDINARIA FOTO DEL CROSTACEO PIU' FAMOSO DEI MONTI AZZURRI!!!!

Non posso far altro che ringraziare di tutto cuore Paolo Mulazzani per aver condiviso con tutti gli utenti inscritti a Trekkingmontiazzurri e non solo, la spettacolare fotografia fatta al Chirocefalus Marchesoni al lago di Pilato. Che cosa c'è di strano direte voi????!!! Innanzitutto, come mi ha spiegato Paolo, la foto è stata scattata nel lontano Agosto del 1979 con obiettivo macro e diapositive.

A quel tempo inoltre non era ancora vietato avvicinarsi alle sponde del lago in quanto, come ben sapete, l'istituzione del parco non era stata ancora creata cosa che avvenne ben 11 anni dopo con la creazione del Parco Nazionale.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Successivo > Fine >>