Dalle sorgenti del Nera: la cascata del Pisciatore Stampa E-mail
Share
Escursioni varie
Scritto da Paolo Ciccarelli   
Mercoledì 21 Aprile 2010 22:15

LA DELIZIOSA E POCO CONOSCIUTA CASCATA DEL PISCIATORE (difficoltà T)
Traccia GPS-Cartina-Immagini statiche: qui (utenti registrati)

Graziosa, carina, bella e semplicemente raggiungibile per mezzo di una strada-sentiero, non segnalata sulla carta topografica come percorso CAI, ma ugualmente indicata. Nella cartina che trovate, ho evidenziato il percorso da fare in blu. La cascata del Pisciatore è il salto di un torrente che scende dalle pendici del Monte Prata e che si raggiunge dopo aver parcheggiato l'auto sullo spiazzo sovrastante le sorgenti del Nera sopra l'abitato di Castelsantangelo in corrispondenza della piccola frazione di Vallinfante.

Voglio dividere il merito di questa descrizione con Dany e Roma70. Dany è stata la prima a mettermi la pulce nell'orecchio di questa cascata, fino ad Ottobre 2009, a me sconosciuta. Con il sopraggiungere dell'invernata non c'era stata occasione per nessuno di noi di procedere all'esplorazione di questo percorso cosa che invece è avvenuta appena la primavera si è fatta viva. Prima Roma70 (che ha anche creato indicazioni lungo il sentiero) e poi Dany mi hanno preceduto in questa semplicissima escursione fornendomi successivamente indicazioni sicure per raggiungere la cascata. Per questo li ringrazio e voglio appunto dividere l'onere del resoconto con loro.

Da dove iniziare questa bella passeggiata? Giunti a Castelsantangelo sul Nera, si oltrepassa l'unico benzinaio che ci troviamo sulla destra ed al successivo incrocio si svolta a sinistra verso Vallinfante. Si giunge quindi alla piccola frazione dove una indicazione ci indica le sorgenti del Nera verso destra; la prendiamo e parcheggiamo vicino alla fonte dove solitamente troviamo sempre qualcuno a spillare la buonissima acqua. 

Il sentiero, che non è segnalato, inizialmente è la strada asfaltata che continua a salire alla vostra sinistra con la fontana difronte ed il "panettone" del Monte Cardosa alle spalle. Si giunge ad un bivio dove bisogna proseguire a destra. L'asfalto ora lascia spazio ad una bella e comodissima carrareccia lungo la quale troverete la chiesa della Maina indicata sulla carta topografica come Madonna delle Gee.

E' una graziosa chiesina di cui non si conosce precisamente la data della sua costruzione; ad essa è legata ad una leggenda: narra di una bambino che, minacciato dal fiume in piena, venne salvato da un orso proprio nel punto in cui ora sorge la chiesa e condotto in una grotta.

Giunti ad una sbarra bluastra, non dovete far altro che oltrepassarla e continuare sull'evidentissimo sentiero che si snoda all'interno di un boscoso faggeto. D'estate, quasi certamente, questa passeggiata oltre ad essere semplicissima sarà anche modlto ombreggiata e "fresca". La prossima indicazione è un omino di pietra posto in corrispondenza di un bivio. Tenetevi sempre alla vostra sinistra senza tener conto della deviazione. Nella miniatura la nostra amica Sara si è immortalata come "omina umana segnalatrice di direzione". Difficilmente la troverete al crocevia....

Non manca molto per raggiungere la cascata e più vi avvicinate e più il fragore delle acque si fa vivo e pressante. Un'ultima deviazione, con tanto di freccia fatta con pietre lungo il passo, vi porta a percorrere gli ultimi 100 metri a destra; la bella cascata del Pisciatore vi comparirà difronte per essere immortalata dalle vostre immancabili macchinette fotografiche. 

Luogo ideale per una bella giornata rilassante; un piccolo ma confortevole spazietto poco prima della cascata, vi permette di lasciare gli zaini (se ve li siete portati dietro..) e mangiare tranquillamente in compagnia di questo bellissimo "gioco d'acqua". 

Non molto conosciuta, la cascata del Pisciatore è un altro piccolissimo ma splendido angolino che i Monti Azzurri ci regalano e come spesso ci ripetiamo durante le nostre uscite......è tutto gratis...... 

Dislivello: mt 300

Difficoltà: T

Tempo di percorrenza: 1h solo andata a passo turistico

Macerata-Vallinfante con Google Maps.

Ascoli P.-Vallinfante con Google Maps.

Foligno-Vallinfante con Google Maps.

<<< Home