Abbazia di Fiastra: Cistercensi all'opera nel 1142 Stampa E-mail
Share
Abbazie - Abbazia di Fiastra
Scritto da Paolo Ciccarelli   
Venerdì 16 Gennaio 2009 15:50

ABBAZIA DI FIASTRA NELL'IMMENSO VERDE

E' una bellissima abbazia non solo per quel che riguarda la parte architettonica ma anche per la sua ubicazione: immersa in una splendida riserva naturale ideale per trascorrere giornate in tranquillità, nel verde del suo bosco o sdraiati sui suoi prati. Una breve storia sulla sua nascita.

I lavori del monastero iniziarono nel 1142 ad opera di monaci Cistercensi provenienti dall'Abbazia di Chiaravalle di Milano il 29 Novembre sul territorio, a quel tempo, di prorpietà di Guarniero II duca di Spoleto e Marchese della Marca di Ancona che donò la terra, tra il fiume Chienti ed il fiume Fiastra, ai religiosi.

Essi utilizzarono pietre e materiale vario anche dalle vicine rovine di Urbis Salvia, cittadina romana che fu distrutta da Alarico tra il 408 e il 410; inoltre si dedicarono anche alla bonifica di tutta la zona, caratterizzata soprattutto da boschi ed estese paludi. L'abbazia, per più di 300 anni, risultò molto florida e rigogliosa; il suo territorio, suddiviso in sei grance (aziende agricole), favorì lo sviluppo non solo economico ma anche sociale e religioso fino ad avere sotto il suo controllo 33 tra chiese e monasteri.

Ci sono 3194 pergamene unite in una raccolta, le Carte Fiastrense conservate a Roma nell'archivio di Stato, che documentano la sua storia.

Purtroppo però nel 1422, l'abbazia fu saccheggiata da Braccio da Montone che distrusse la torre campanaria uccidendo anche numerosi religiosi ed in seguito a questo fatto fu affidata, dal Papato, a otto Cardinali.

Nel 1581 cambiò ancora "padrone" passando alla Compagnia di Gesù fino ad arrivare al 1773 quando tutta la proprietà fu definitivamente ceduta alla nobile famiglia Bandini.

E' proprio quest'ultima che, per preservare questo enorme patrimonio, insieme alla Regione Marche, ha istituito la Riserva Naturale dell'Abbadia di Fiastra e dal 10 Dicembre 1985 è stata riconusciuta dallo Stato italiano d'importanza nazionale e nel 1987 posta anche sotto il controllo del WWF.

E' una straordinaria realtà nella quale tutti possono apprezzare storia ed arte, con guide all'interno dall'abbazia e del monastero, la natura, con passeggiate nella meravigliosa riserva per mezzo dei numerosissimi sentieri che vi sono. Uno spettacolo!!

<<< Torna alla Home Abbazia di Fiastra  Home