Banner
Banner

I sentieri perduti volume 1

Paesini "fantasma"

Escursioni/Eventi in programma


by AG

Accedi/Registrati



Ultimi commenti

Ricevi le news

Iscriviti

Privacy e Termini di Utilizzo

Brevi news

Monti Sibillini: ucciso un altro lupo!
Sabato 17 Gennaio 2015
 UN ALTRO LUPO SOTTO LE GRINFIE DEI BRACCONIERI!Purtroppo, ancora... Leggi tutto...
Ricoverato il muratore di Dio!
Sabato 22 Novembre 2014
PADRE PIETRO LAVINI SOCCORSO DALL'ELIAMBULANZA!Quanti di noi... Leggi tutto...
Spezzato il volo libero di un'Aquila Reale!
Lunedì 16 Gennaio 2012
 UN PATRIMONIO DEI SIBILLINI ABBATTUTO DAI BRACCONIERI! Dopo la... Leggi tutto...
Non c'è limite all'odio!!
Sabato 29 Gennaio 2011
DECAPITATO UN LUPO E MOSTRATA LA SUA TESTA COME UN TROFEO:... Leggi tutto...
Si alza il sipario sulla Sibilla!
Lunedì 23 Agosto 2010
RIVALUTAZIONE DEL M. SIBILLA E DELLA SUA FAMOSA GROTTA  La Sibilla... Leggi tutto...

Neve Lame Rosse. Giampiero

Get the Flash Player to see this rotator.
Powered By Joomla.it
cartina

Sondaggio

La vetta che ti appartiene:
 
Il paese fantasma: Casale Vecchio Stampa E-mail
Share
Monti Sibillini - Curiosità dai M. Sibillini
Scritto da Paolo Ciccarelli   
Martedì 01 Marzo 2011 18:30

ALLE PENDICI DEL MONTE VETTORE, I RUDERI DI CIO' CHE DOVEVA ESSERE UN GRAZIOSO PAESINO: CASALE VECCHIO

Quando la furia della natura spazza via ogni cosa....!! Casale Vecchio era un piccolo centro abitato ai piedi del Monte Vettore ma quello che è più sconvolgente è che fu costruito proprio in prossimità del Grande Imbuto, famosissima zona conosciutissima  per la sua selvaggità e pericolosità durante il periodo invernale a causa di frequenti distacchi di valanghe.

Ricostruito integralmente in un posto decisamente più sicuro a dir la verità non molto distante, il paese ora si chiama Casale Nuovo e ciò ha fatto si che Casale Vecchio si sia conservato fino a noi così come la disastrosa e potentissima valanga ce lo ha lasciato subito dopo il suo "passaggio" nel 1934.

Fu un anno questo sicuramente terribile considerando che una valanga sommerse per la seconda volta (la prima nel 1930) il paese di Bolognola facendo 19 morti mentre un'altra travolse il paesino di Rubbiano (nei pressi della gola dell'Infernaccio) causando 11 morti. Fu anche un anno di riflessione sullo sfruttamento dei territori montani e soprattutto sul disboscamento selvaggio, abusivo e senza regole che per molti anni si è praticato sulle montagne.

A Casale Vecchio furono solamente 8 le vittime rimaste uccise sepolte sotto la neve ma potevano essere decisamente di più; infatti per una incredibile coincidenza, moltissime persone non erano presenti in quanto riunite per una veglia ad una bambina deceduta la sera precedente. E' stupefacente come il destino di ognuno di noi si possa intrecciare in qualsiasi momento segnandone il cammino. Il "sacrificio" di una bambina ha salvato centinaia di vite umane. 

Ciò che è rimasto in piedi di Casale Vecchio sono solamente un paio di casette ma verso valle è possibile intravedere numerose pietre delle costruzioni abbattute e le fondamenta o mura limitrofe del paese e delle altre case. 

<<< Home

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna