Cronache da Castelluccio e dintorni


Tra neve, ghiaccio e fango! Stampa E-mail
Share
Cronache - Cronache da Castelluccio e dintorni
Scritto da Paolo Ciccarelli   
Sabato 04 Gennaio 2014 14:00

SOLO IL RUMORE DELLA MIA PEDALATA SUI PIANI DI CASTELLUCCIO

La robusta alta pressione che ha caratterizzato la prima parte del mese di Dicembre 2013 dopo tanta tanta pioggia, neve e purtroppo anche molti danni, mi aveva stuzzicato l'idea per una ramponatina su qualche cresta (probabilmente verso il Monte Porche) ma anche un giro in MTB per le valli ed i Piani di Castelluccio ormai quasi privi di neve. L'indecisione era fortissima considerato che in questi giorni era l'ideale per un'escursione in quota con picozza e ramponi ma la voglia di riprendere la bici dopo un pò di tempo ha fatto pendere l'ago della bilancia per le due ruote proprio allo scadere della mezzanotte di Venerdì sera.

 
Una bella ciaspolata ai piedi del M. Lieto Stampa E-mail
Share
Cronache - Cronache da Castelluccio e dintorni
Scritto da Paolo Ciccarelli   
Venerdì 31 Dicembre 2010 15:00

Canatra

IN VAL CANATRA CON CIASPOLE AI PIEDI. UN ANELLO NIENTE MALE IMMERSI NELLA NEVE!! MA CHE SPETTACOLO....

Finalmente la neve si è fatta viva. Anche se l'inverno sul calendario è appena entrato, quando termina la bella stagione si attende con impazienza (probabilmente non per tutti...) che il manto nevoso faccia al più presto la sua comparsa sulle nostre tanto amate vette per iniziare una stagione invernale con ciaspole o sci ai piedi.

Il primo assaggio è giunto un pò inaspettato intorno il 10 Dicembre il che ci ha permesso di fare una ciaspolata improvvisata all'ultimo minuto qualche giorno dopo. E' stato Giampiero il promotore di tutto: una email inviata tanto per vedere se l'iniziativa riscuoteva successo, ci ha permesso di godere di una bellissima giornata tra i Colli Alti e Bassi e la Portella del Vao.

 
A Castelluccio immersi nella neve! Stampa E-mail
Share
Cronache - Cronache da Castelluccio e dintorni
Scritto da Paolo Ciccarelli   
Mercoledì 17 Febbraio 2010 22:25

LUNGO IL PIAN PERDUTO, UNA CIASPOLATA CON TANTA NEVE ED ALTRI NUOVI COMPAGNI DI AVVENTURE NELLE TERRE SELVAGGE

Terminato l'utiliissimo corso frequentato nella sede del CAI di Fermo relativo alle escursioni in ambiente innevato che mi ha tenuto impegnato per quattro fine settimana dal 17 Gennaio fino al 7 Febbraio, mi sono rituffato nella sfera orgnaizzativa delle mie uscite preparando una ciaspolata nei dintorni di Castelluccio il sabato 13.

Un corso che a dir la verità mi ha lasciato personalmente poche certezze e moltissimi dubbi dettati soprattutto dal fatto di esser venuto a nonoscenza di nozioni importanti di cui prima non ero profondamente informato e che ora mi "impongono" automaticamente una serie di interrogativi che prima non mi ponevo durante le mie, a dire il vero pochissime, escursioni in ambiente innevato.

Daltronde ho sempre detto a tutte le persone che mi hanno conosciuto che il mio punto debole erano proprio le uscite sul manto nevoso in quanto non preparato e poco esperto ed aver frequentato questo corso attualmente non cambia di molto la situazione ma è un piccolissimo passo avanti.

 
Un tramonto inaspettato.. Stampa E-mail
Share
Cronache - Cronache da Castelluccio e dintorni
Scritto da Paolo Ciccarelli   
Venerdì 27 Novembre 2009 01:00

QUANDO L'IMPROVVISAZIONE DIVENTA QUALCOSA DI DAVVERO DIVERTENTE:
UNA GIORNATA SFRUTTATA FINO IN FONDO

.....le stelle fanno la loro comparsa disordinata nella volta celeste e se qualcuno di voi non crede che quassù ci siano ancora le fate deve proprio ricredersi perchè basta alzare gli occhi al cielo dopo un grandioso tramonto per ammirare la scia del loro passaggio; quella che si vede, si chiama la Via Lattea solo perchè ci hanno insegnato così;  io qui tra questi splendidi e affascinanti Monti Azzurri la chiamo la Via delle Fate.......

Nonostante il mese di Novembre ci induce inevitabilmente ad entrare in clima pre-natalizio immaginando temperature piuttosto rigide e fredde per avventurarsi con disinvoltura sui sentieri montani dei Monti Sibillini, in questo 2009 la famosa estate di S. Martino si è decisamente fatta sentire con clima mite per il periodo soprattutto durante il giorno.

Purtroppo questo non sempre è indice di cielo sereno o di giornate limpide ed infatti nonostante le previsioni meteo confermano una vasta altapressione, il sole, almeno dalle mie parti, non si è quasi mai visto per via di una cappa di nebbia che non ha voluto sentir ragione di dissolversi.