Notizie e curiosità dalla gola del Fiastrone


Valle del Rio Sacro: dov'è la strada? Stampa E-mail
Share
Fiastrone - Notizie e curiosità dalla gola del Fiastrone
Scritto da Paolo Ciccarelli   
Sabato 28 Giugno 2014 23:00

LA VALLE DEL RIO SACRO DEVASTATA DALLA FURIA DELLA NATURA!!!!

Madre Natura si sta riprendendo quello che è suo di diritto. Probabilmente le incessanti piogge del mese di Maggio 2014 hanno fatto si che il torrente oltrepassasse i suoi argini naturali e soprattutto quelli dell'uomo che fino ad ora avevano tenuto a bada o imprigionato il Rio Sacro affluente del Fiastrone. La strada comoda che raggiungeva la stretta forra non esiste più; si salva solo il tratto iniziale che, trovandosi ad un livello più alto, è stato risparmiato.

Quello che c'è dopo è davvero una catastrofe, irriconoscibile. Per raggiungere il Monte Rotondo quello che doveva essere un approccio rilassante prima dell'impennata all'interno del faggeto, si è trasformata in una vera e propria battaglia impari contro la Natura.

 
La dimora delle farfalle! Stampa E-mail
Share
Fiastrone - Notizie e curiosità dalla gola del Fiastrone
Scritto da Paolo Ciccarelli   
Domenica 22 Giugno 2014 13:00

A MONTALTO DI CESSAPALOMBO UN' ESCURSIONCINA DIDATTICA SUL BELLISSIMO MONDO DELLE FARFALLE

Alle pendici del Castello di Montalto, poco prima della frazione Villa, non può passare inosservato il Giardino delle Farfalle. E' una graziosa struttura con annesso un bel giardino all'interno del quale si svolge una breve passeggiata di un'oretta con una esperta guida che illustra l'affascinante universo delle farfalle.

E' sicuramente un modo piacevolissimo per trascorrere una mezza giornata con tutta la famiglia o perchè no, anche l'intero giorno usufruendo dei numerosi tavolini messi a disposizione per deliziosi pic-nic. E si, perchè ad un costo irrisorio, una volta terminata la passeggiata didattica, si può restare il tempo che lo si desidera all'interno del giardino e non solo in compagnia delle farfalle.

 
A Cessapalombo, di scena i carbonai Stampa E-mail
Share
Fiastrone - Notizie e curiosità dalla gola del Fiastrone
Scritto da Paolo Ciccarelli   
Venerdì 19 Marzo 2010 21:00

I CARBONAI: UN DURO E FATICOSO LAVORO MA QUALCUNO DOVEVA PUR FARLO...

Un antico quanto mai indispensabile e necessario lavoro per tirare avanti. Ricavare carbone dalla legna non era affatto facile e richiedeva non solo uno sforzo fisico ma anche una costante e continua attenzione durante tutta la durata della "cottura" del legno. Una minima disattenzione e distrazione e tutto il duro lavoro veniva vanificato ed andava letteralmente in fumo.

Utilizzato soprattutto come fonte energetica, per la cottura dei cibi e per la lavorazione del ferro, il metodo per ricavarlo doveva seguire delle tappe ben precise e nulla era lasciato al caso. La carbonaia, che solitamente aveva una forma a cono ed in gergo chiamata "la 'ncotta", veniva costruita su di uno spiazzo all'interno del bosco chiamato "piazza carbonaia" di forma circolare.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 Successivo > Fine >>

Pagina 2 di 4