Cronache dalla Sibilla


Sole e Luna dalla Sibilla! Stampa E-mail
Share
Cronache - Cronache dalla Sibilla
Scritto da Paolo Ciccarelli   
Venerdì 05 Agosto 2011 12:00

DALLA SIBILLA UNO DEI PIU' BEI TRAMONTI A CUI ABBIA MAI ASSISTITO

Partiamo dalla fine; giunti alla fantastica Corona che fa da cornice alla vetta più caratteristica dei Monti Azzurri, il sole inizia già a dare spettacolo dietro qualche nuvolina che pian piano si tinge di giallo. Non siamo in ritardo per assistere allo spettacolo dalla cima, direi piuttosto puntuali senza aspettare troppo.

Beniamino e Cosmin hanno avuto un piccolo contrattempo che li ha costretti a fare un ritardo di circa 45 minuti sulla tabella di marcia e ciò ha permesso (per fortuna!), agli altri componenti del gruppo, di non sostare più del necessario in quota ad attendere il tramonto sotto le sferzate di un vento più che fresco che a volte si faceva davvero impetuoso.

 
Una solitaria cavalcata fino a Cima Vallelunga Stampa E-mail
Share
Cronache - Cronache dalla Sibilla
Scritto da Guerrin Meschino   
Giovedì 02 Settembre 2010 14:15
SULLA CRESTA PER LA MITICA SIBILLA, PER LA PRIMA VOLTA IN VETTA A CIMA VALLELUNGA

Dopo giorni e giorni di mare si sente il bisogno di fuggire e di andare là dove la tua anima e il tuo corpo desidera stare: nel cuore dei Monti Sibillini. Così ho fatto, con partenza alle 5:45, destinazione Frontignano di Ussita, precisamente alla stazione di arrivo della Seggiovia Pian dell’Arco – Belvedere dove si lascia la macchina prima della sbarra. Sono le 7:30 quando mi allaccio gli scarponi e il sole è ancora timidamente basso verso l’orizzonte; con lo zaino in spalla inizio il mio percorso in solitaria verso l’obiettivo finale che è Cima Vallelunga dove non sono mai salito e dove mi aspetto di assistere a dei panorami strepitosi.

 
Si stappa spumante in vetta alla Sibilla Stampa E-mail
Share
Cronache - Cronache dalla Sibilla
Scritto da Paolo Ciccarelli   
Martedì 06 Luglio 2010 00:15

A GIUGNO, SI BIVACCA IN VETTA ALLA SIBILLA ASPETTANDO UN'ALBA UN PO' TROPPO AVARA....

L'ultimo fine settimana di Giugno è stata l'occasione per gli amici e compagni di Trekkingmontiazzurri di rinnovare l'appuntamento con l'alba sul Monte Sibilla. Una "edizione" che ha lasciato ben poco spazio ad una visione reale del sorgere del sole e molto "all'immaginazione" complice una variabilità in vetta che ha reso comunque magica un'atmosfera da sempre mistica e suggestiva. E' stata invece un'occasione davvero speciale ed originale per aver festeggiato in vetta al monte magico con deliziose crostate, pane e nutella, spumante e brachetto, il compleanno di Emiliano, Paolo, Sara e Stefano complici tutti e quattro di esser nati nell'arco di 10 giorni.

E così l'avvicinamento a questa escursione in notturna è iniziata il Sabato pomeriggio con la preparazione di zaini davvero pesanti all'interno dei quali, oltre all'inevitabile vestiario per "sopravvivere" alla rigida temperatura notturna, doveva trovare spazio tutto il necessario per improvvisare questa festicciola a 2.173 metri di altezza.

 
Alla Sibilla per gli ultimi scampoli d'inverno Stampa E-mail
Share
Cronache - Cronache dalla Sibilla
Scritto da Paolo Ciccarelli   
Giovedì 01 Aprile 2010 17:00

DONA E NON POCO L'ABITO BIANCO ALLA SIBILLA. UNO SPLENDIDO SCENARIO SOTTO UNA VOLTA AZZURRA

Di certo non poteva capitare giornata migliore per tornare in cima alla vetta magica per eccellenza dei Sibillini. In questo periodo si sparano le ultime cartucce per chi è amante soprattutto dello sci-alpinismo considerato che la neve si assottiglia al ritmo di circa 5-6 centimentri al giorno. Nonostante tutto sopra i 2.000 è relativamente abbondante, certo non in modo uniforme in tutta la catena montuosa ma comunque gli esperti alpinisti sanno quali percorsi fare per godere in pieno di sciate fuori pista cercando di limitare, fin quando possibile al minimo, lo sforzo per raggiungere pendii fattibili per discese mozzafiato.

Per me e Tony, è stata l'occasione per mettere un pochino a frutto gli insegnamenti del corso frequentato a Fermo sull'escursioni in ambiente innevato. L'ascesa alla Sibilla, per quanto semplice e relativamente tranquilla, ci ha dato modo di testare con mano e confrontarci, senza la presenza di persone più esperte,  su alcune paure o decisioni da prendere durante l'avvicinamento alla mitica e straordinariamente particolare vetta della fata incantatrice.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 Successivo > Fine >>

Pagina 1 di 2