Notizie e curiosità dalla Sibilla


La Sibilla perde pezzi! Stampa E-mail
Share
La Sibilla - Notizie e curiosità dalla Sibilla
Scritto da Paolo Ciccarelli   
Martedì 30 Luglio 2013 20:38

LA "Z" DELLA SIBILLA STA CEDENDO PAUROSAMENTE!!!!

Non si sa di preciso quando è caduta ma la frana che ha interessato il versante Sud della Sibilla ha interrotto bruscamente l'orribile strada che lo attraversa. La fotografia che mi è stata inviata da Mauro, un assiduo frequentatore del sito, è alquanto eclatante. E' praticamente impossibile proseguire in MTB e, anche a piedi, ci sarebbero notevoli difficoltà nell'attraversare la frana.

 
Le leggende. Da tutta Europa per far visita alla fata ingannatrice Stampa E-mail
Share
La Sibilla - Notizie e curiosità dalla Sibilla
Scritto da Paolo Ciccarelli   
Sabato 10 Gennaio 2009 18:16

 LE LEGGENDE SULLA FATA: IL SUO SPIRITO PERDURA NEL TEMPO 

L'alba dalla Sibilla è deliziosa. Quel giorno la fata aveva fatto uno dei suoi incantesimi: si vedeva il riflesso del Sole sul mare ancor prima di vederlo direttamente.

Il monte Sibilla è stato da sempre meta di pellegrinaggi continui da parte di cavalieri in cerca di avventure, di maghi, di Negromanti intenti ad incontrare  la fata che abitava la famosa grotta la quale con inganni, tranelli e incantesimi prometteva ricchezze e piaceri tra i più perversi a discapito della prorpia anima che doveva essere donata ai demoni.

Il Guerrin Meschino, protagonista del romanzo di Andrea da Barberino, fu uno dei tanti cavalieri che incontrò la fata della Sibilla.

Nel quinto capitolo Andrea, narra le eroiche avventure all'interno della grotta, dell'impavido cavaliere alimentando da quel momento in poi la fiamma della leggenda e di mistero che non si è più spenta (ho dedicato un approfondimento su qusta leggenda e, per gli utenti registrati, c'è  la versione integrale del quinto capitolo scricabile dalla sezione download).

 
La magica grotta della Sibilla Stampa E-mail
Share
La Sibilla - Notizie e curiosità dalla Sibilla
Scritto da Paolo Ciccarelli   
Sabato 14 Febbraio 2009 19:00

LA GROTTA DELLA FATA SIBILLA: LA CRONISTORIA

Il monte Sibilla, non è il più alto della catena dei Monti Sibillini, eppure ha dato il nome a questa straordinaria dorsale italiana ricca di magia e leggende.

La conoscenza della grotta, è risalente all'età della preistoria ma le prime testimonianze letterarie risalgono al periodo dello storico latino Svetonio vissuto dal 70 al 126 dc parlando di Vitellio, vincitore della battaglia di Bedriaco, il quale, tornado a Roma attraversando i Monti Sibillini, sembra si sia fermato a "celebrare una sacra veglia sui gioghi dell'Appennino"; probabilmente l'oracolo della Sibilla.

E' più recente invece (si fa per dire), la prima notizia scritta della grotta e della sua misteriosissima "entità" che l'abitava; siamo intorno al 1410 con l'avvento di un personaggio molto famoso nel periodo della letteratura medioevale: il Guerrin Meschino di Andrea Barberino

La grotta, che un tempo fu la dimora della fata incantatrice (probabilmente lo è ancora...), è situata al di sotto della sua vetta sul versante sud per intenderci quello che sovrasta la vallata con il piccolo paese di Foce e si trova ad una quota di 2.123 metri.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 Successivo > Fine >>

Pagina 1 di 2