Sibilla. La partenza dal rifugio Sibilla Stampa E-mail
Share
La Sibilla - I sentieri per il Monte Sibilla
Scritto da Paolo Ciccarelli   
Domenica 11 Gennaio 2009 11:46

 DAL RIFUGIO, IL SENTIERO PIU' BREVE PER FAR VISITA ALLA FATA (difficoltà E)

Senza dubbio, questo è il percorso più breve per raggiungere il Monte Sibilla. Si arriva con l'auto nei pressi del rifugio ad una quota di 1.540 metri attraverso una strada bianca lunga circa 5 Km tranquillamente percorribile.

Questo è un bel vantaggio: a piedi dovete superare un dislivello di soli 630 metri.

Il sentiero, (il N. 155 sulla cartina), non è che sia eccessivamente difficoltoso ma va classificato con un grado di difficoltà E per l'altitudine, (si superano comunque i 2.000 metri) e poi perchè da questo lato bisogna "scalare" la sua stupenda Corona un breve tratto dove, aiutarsi con una corda già sul posto, è consigliabile.

Si inizia con una discreta salita e, dopo circa un chilometro, raggiungerete la cresta della montagna; anche se di strada ce n'è ancora da fare in un continuo sali-scendi, sarà molto affascinante ed emozionante avvicinarsi e superare la Corona.

Si passa perciò da un tratto in cui avanti a voi vedete solo la nuda salita per arrivare in cresta, ad uno durante il quale dove percorrerete con gli occhi il tragitto da fare. Vi tornerà l'ottimismo e la voglia di proseguire con entusiasmo.

Mentre camminate cercate di scovare proprio sotto di voi, alla vostra destra, il minuscolo eremo di S. Leonardo dell'Infernaccio.

E poi c'è la visione della Sibilla nel suo insieme con i colossi circostanti. E' qualcosa di indescrivibile, è troppo particolare quella montagna. Quella cima circondata da quel muraglione di roccia così possente...sembra veramente un castello medioevale arroccato all'interno delle sue mura.

Superata la corona, siete quasi arrivati e, se volete, potete dare un'occhiata a ciò che resta della grotta della Sibilla prima di salire in vetta dove la Regina delle fate ha dimorato e regnato su queste terre tra magie ed inganni. Ha "chiamato" questi monti Sibillini e fatto su di loro due incantesimi che perdurano nel tempo: quello della quiete, del silenzio e quello di poter godere da queste cime, panorami e vedute indimenticabili tutte cose che al giorno d'oggi soltanto la mano di una fatina può regalare.

<<< Torna alle Partenze per la Sibilla  Torna alla Home della Sibilla  Home