Un altro mostro sacro: il M. Rotondo Stampa E-mail
Share
Monte Rotondo
Scritto da Paolo Ciccarelli   
Sabato 25 Luglio 2009 21:15

MOLTI PERCORSI E SENTIERI CONDUCONO AD UN ALTRO IMPONENTE 2.000 DEI SIBILLINI

Viene naturale accennare al fantastico lago di Pilato o al M. Vettore, alla Sibilla, alla Priora, alla fantatica gola dell'Infernaccio quando si parla dei Sibillini; non c'è che dire, sono tutti dei mostri sacri dei nostri splendidi monti ma forse pochi conoscono la splendida vetta del Monte Rotondo e gli stupendi percorsi che si possono effetuare per raggiungerlo.

Diciamo innanzitutto che si inserisce nella fascia che supera abbondantemente i 2.000; è alto 2.102 metri, più di P.zzo Tre Vescovi (2.093 m), poco meno della Sibilla (2.173 m) e può essere considerato un altro mostro sacro dei Monti Azzurri.

Fa parte della catena settentrionale e, come P.zzo Tre Vescovi, sovrasta il rifugio del Fargno vicino Pintura di Bolognola ed ha una piccola caratteristica: solitamente siamo abituati a trovare nel punto più alto, una croce che lo contraddistingue....bèh, il M. Rotondo non ce l'ha ma ha un altro monte suo "schiavo" che ha l'incombenza di portare questo "fardello": si chiama, con molta fantasia, M. di Croce di Monte Rotondo ad una quota di 1.926 metri quindi più in basso. Dalla sua vetta, lo spettacolo è assicurato: la Val di Panico si dilegua sotto la supervisione del roccioso M. Bove Nord mente dalla cima del M. Rotondo e dalla cresta per il M. Pietralata, la valle del Fargno e quella dell'Acquasanta offrono emozioni a non finire.

Si trova al crocevia di numerosi sentieri, un pò come Palazzo Borghese e si può raggiungere quindi in moltissimi modi e soprattutto con differenti gradi di difficoltà. Si possono scegliere percorsi decisamente più impegnativi e lunghi oppure più brevi e semplici.

Insieme a P.zzo Tre Vescovi, il Monte Rotondo è un duemila che dal rifugio del Fargno può essere raggiunto in modo semplice da tutti godendo in pieno di un panorama tutto da vivere e soprattutto di emozioni da sentire veramente nel profondo dell'animo. 

<<< Home