I sentieri per il Monte Rotondo


M. Rotondo. La partenza da Macereto Stampa E-mail
Share
Monte Rotondo - I sentieri per il Monte Rotondo
Scritto da Paolo Ciccarelli   
Giovedì 22 Ottobre 2009 14:00

UN'ALTRA LUNGA MAZZATA PER IL MONTE ROTONDO???? MA DAL SANTUARIO DI MACERETO NATURALMENTE...(difficoltà EE)

Come fatica non siamo allo stesso livello del massacrante percorso che inizia da Vallecanto ma l'impegno è comunque notevole se si vuol arrivare fino in fondo.  Il sentiero che ha inizio da Macereto non è tra i più lunghi ma quasi: sono circa 18 i chilometri da percorrere tra andata e ritorno con un dislivello che supera abbondantemente i 1000 metri. Da qui la difficoltà EE.

Volevo ricordare, dato che ci sono, che le difficoltà che ognuno di noi incontra durante una escursione sono decisamente soggettive ma la scala della difficoltà adottata dal CAI a livello nazionale, tiene conto di tre parametri oggettivi: il dislivello da superare, la distanza da percorrere ed il modo in cui è segnalato il sentiero. Detto questo, torniamo a noi.

 
M. Rotondo. La partenza dal Fargno Stampa E-mail
Share
Monte Rotondo - I sentieri per il Monte Rotondo
Scritto da Paolo Ciccarelli   
Domenica 06 Settembre 2009 14:50

DAL FARGNO PER IL M. ROTONDO PASSANDO PER LA PICCOLA MA DELIZIOSA VAL DI TELA (difficoltà EE)

Il M. Rotondo dal rifugio del Fargno potrebbe essere una delle più brevi e semplici escursioni per ammirare un grandioso panorama dall'alto dei suoi 2.102 metri. Un dislivello di poco meno di 300 metri da superare che si sviluppa su un breve itinerario adatto per assaporare qualche strappo un pochino impegnativo anche per chi non è troppo allenato. La difficoltà E che mi sento da attribuire a questo brevissimo percorso, sta solamente nel fatto che si sviluppa in una piccola cresta e che l'altitudine che si raggiunge è superiore ai 2.000 metri e non certamente per la fatica (che comunque è presente) e lo sforzo che bisogna fare per raggiungere l'obbiettivo. Non mi dilungo su questo percorso che non offre molti spunti per essere descritto; mi limito a dirvi che il sentiero è il N. 276, si snoda salendo alla vostra destra nel momento in cui arrivate con l'auto sulla forcella del Fargno da Pintura di Bolognola (a sinistra se giungete da Casali).

 
M. Rotondo. La partenza da Casali Stampa E-mail
Share
Monte Rotondo - I sentieri per il Monte Rotondo
Scritto da Paolo Ciccarelli   
Lunedì 03 Agosto 2009 00:15

UN'ALTRA SPLENDIDA ESCURSIONE PER RAGGIUNGERE IL MONTE ROTONDO: DA CASALI, L'ENNESIMO DISLIVELLO CHE SUPERA I 1.000 METRI (difficoltà E)

Si inerpica da Casali l'ennesimo sentiero per raggiungere il M. Rotondo ed anche questa è un'escursione grandiosa soprattutto per quello che offre mentre si sale. Appena scesi dall'auto, il M. Bove Nord sembra ci cada addosso schiacciandoci come delle insignificanti e minuscole pulci. Non si può trattenere l'istinto di scattargli qualche foto e non sarà l'ultima che gli farete perchè durante l'ascesa resterete esterrefatti per la sua bellezza!

Il giorno che ho effettuato l'escursione, credo sia stata una delle giornate più limpide nella quale mi sono imbattuto e quella mattina, insieme all'inaspettata quanto mai gradita compagnia di Angelo, il M. Bove Nord sembrava stampato davanti ad un cartoncino di un blu intenso da sembrare finto. Si intravedevano tutti i particolari della sua massiccia parete rocciosa illuminati da un sole che pian piano si faceva strada su nel cielo e che da lì a poco avrebbe fatto di una mattinata fresca, una giornata decisamente calda.

 
M. Rotondo. La partenza da Vallecanto Stampa E-mail
Share
Monte Rotondo - I sentieri per il Monte Rotondo
Scritto da Paolo Ciccarelli   
Sabato 25 Luglio 2009 21:15

LUNGO LA VALLE DEL RIO SACRO, UNA DURA ASCESA AL M. ROTONDO CHE NON FINISCE MAI ...MA CHE SODDIFAZIONE...(difficoltà EE)

Ad osservare il tragitto dalla cartina topografica, già si intuisce che l'escursione al M. Rotondo con partenza da Vallecanto, è decisamente lunga ma purtroppo non possiamo quantificare la quantità di energia e fatica che bisogna impiegare per portarla a termine. Ebbene, se volete prendere per buono ciò che vi scrivo....dovete essere in gran forma ragazzi!

La splendida e spettacolare gola del Rio Sacro (devastata dalla furia della natura) formata dall'omonimo piccolo torrente affluente del Fiastrone, ricca di storia legata alle numerose vicende di monaci eremiti, di abbazie e grotte disseminate un pò ovunque, fa da contrappeso ad immense praterie verdeggianti da lasciare a bocca aperta dopo aver attraversato un bosco di faggio.

Ultimo aggiornamento Domenica 29 Giugno 2014 14:15