Escursioni al Monte S. Vicino Stampa E-mail
Share
Escursioni varie
Scritto da marco lambertucci   
Domenica 15 Aprile 2012 12:30

I VARI ITINERARI

1. Gola di JanaAbbazia di Roti

E' questo l'itinerario più semplice tra quelli qui descritti; dopo una visita alla caratteristica gola di Jana, piccola forra con due cascate, si arriva all'abbazia di Santa Maria de Rotis, monastero benedettino del X secolo, percorrendo un anello attorno le pareti della stretta gola.

L'itinerario inizia dal paese di Braccano, riconoscibile dalle sue case colorate; arrivati in prossimità dell'unico incrocio presente, lasciare la strada principale e continuare in auto scendendo lungo la strada che si inoltra nel paese. Percorrerla interamente, superare un piccolo ponte ed in prossimità di una curva che sale a destra, abbandonarla in favore di una sterrata che prosegue in piano sulla sinistra. Percorrere la sterrata per circa 1 Km ignorando le deviazioni fino ad arrivare ad un evidente slargo oltre il quale la strada inizia a salire. Lasciare qui l'auto ed imboccare il sentiero per la gola di Jana segnalato da un evidente cartello; ignorare il tornante presente dopo pochi metri sulla sinistra, ma seguire l'evidente sentiero che prosegue sulla destra.

Il percorso, interamente in piano, si sviluppa per circa 500 metri e, superata una costruzione, conduce direttamente all'imbocco della gola di Jana. Una volta tra le sue strette pareti, occorre superare un primo salto salendo le facili rocce alla nostra destra per poi proseguire brevemente sul letto del torrente (asciutto solo per brevi periodi) fino ad arrivare al secondo salto oltre il quale non è possibile andare.

Tornati indietro, ricongiungersi con l'evidente sentiero che si arrampica sul versante destro orografico della gola e risalirlo per circa 700 metri fino ad arrivare ad un eccezionale punto panoramico sui prati dell'abbazia di Roti. Da qui occorre ora ridiscendere fino a fondovalle seguendo le evidenti tracce di mezzi motorizzati, girando a destra ad un primo bivio e poi seguendo le indicazioni per il sentiero 168F, come riportato su un evidente sasso segnaletico.

Così facendo si risale su comoda mulattiera il versante opposto a quello di provenienza, fino ad incontrare la strada sterrata proveniente da Braccano che occorre ora seguire brevemente in salita fino ad una sbarra oltre la quale si continua in piano fino all'abbazia di Roti (circa 1Km). L'antica abbazia è da tempo in stato di abbandono e nel 2009 ha subito purtroppo anche il crollo del porticato, visibile in questa foto d'archivio.

A questo punto occorre tornare indietro restando sempre sulla strada fino ad imboccare, in prossimità di una curva con un palo dell'alta tensione, l'evidente sentiero (segni bianco-rossi) che scendendo percorre il versante sinistro orografico della gola; dopo circa 700 metri, in prossimità di una Edicola, esso si ricongiunge con la strada sterrata che seguiremo brevemente fino alla nostra auto.

Partenza: paese di Braccano
Tipologia:
anello
Lunghezza:
6.5 Km
Quote:
min. 500 m; max. 680 m
Dislivello:
180 m
Tempo:
2h
Difficoltà:
T