Palazzo Borghese: passaggio per Forca Viola e dimora di un altro crostaceo Stampa E-mail
Share
Palazzo Borghese
Scritto da Paolo Ciccarelli   
Lunedì 12 Gennaio 2009 19:41

LE "TORRI" DELLO SPLENDIDO PALAZZO BORGHESE

Caratteristico luogo alle pendici del Monte Porche.

Una specie di mini falsopiano o meglio, una conca circondata da due possenti pareti rocciose nella quale sono distribuite in maniera più o meno fitte, numerose doline (nella sezione "...da sapere!!!, cosa sono e come di formano). E' veramente molto particolare questo passaggio e neanche troppo impegnativo per raggiungerlo.

Assomiglia a due specie di colonne di roccia che lasciano passare un sentiero, una strada...con un pò di fantasia lo si può paragonare all'ingresso di un palazzo medioevale con questi due torrioni dai quali si può controllare praticamente tutto.

Probabilmente è da questo aspetto che deriva il nome di Palazzo Borghese.

Sormonta il piccolo abitato di Foce con le sue "colonne" alte 2.121 metri e 2.144 metri e, a suo volta, è surclassato dal Porche da un lato (2.239 metri) e dal Monte Argentella dall'altra (2.204 metri).

Alle pendici della parete sopra l'abitato di Foce, vi è un'altra conca dove si forma, durante lo scioglimento delle nevi, un laghetto temporaneo nel quale trova vita un'altro crostaceo endemico meno famoso del cugino di nome Marchesoni e di cognome Chirocefalo abitante del Lago di Pilato, ma non per questo meno importante. Il suo nome è....va beh, non ve lo dico ma il piccolo approfondimento, anche in questo caso, è nella sezione "...da sapere!!!".

<<< Home