Parco del Conero: alle Due Sorelle dal Passo del Lupo Stampa E-mail
Share
Escursioni varie
Scritto da Aldo   
Mercoledì 15 Luglio 2009 09:00

M. CONERO. DALLA MONTAGNA AL MARE IN POCO MENO DI UN'ORA: DISCESA PER PASSO DEL LUPO VERSO LE DUE SORELLE. 

Sicuramente il posto più conosciuto del Parco del Conero, le Due Sorelle oltre alla bellezza delle acque e delle rocce è un luogo che mi ha incuriosito per i pareri discordanti sulla difficoltà per il raggiungimento della spiaggia dal Passo del Lupo.

In passato ho raggiunto questo luogo con le classiche navi che portano i turisti ma questa volta c’era da sperimentare una nuova esperienza.

Raggiungendo la strada che porta sulla cima del Conero (alcuni km dopo Sirolo sulla destra) si percorrono 700-800 m e si gira a destra (insegna Bar Belvedere) si fanno 100 m su una sterrata e si parcheggia prima del segnale di divieto di transito, oltre il quale è probabile prendere una multa. Consiglio nei mesi di alta stagione di arrivare nel primo mattino.

Lasciata l’auto si prosegue per la sterrata (ignorando un sentierino sulla destra) e dopo poco inizieranno ad aprirsi bellissimi scorci che vanno da Sirolo fino ai Sibillini, foschia permettendo (ho intravisto pure il Gran Sasso!)

Si lascerà sulla sinistra un’indicazione per un convento e si proseguirà per le indicazioni per il Passo del Lupo. In breve si arriva a uno sperone molto panoramico da dove si potrà osservare la nostra meta … e non solo.

Il passo inizia da qui (altitudine 213,5 m). Il sentiero è abbastanza stretto e su buona parte del tragitto si trovano delle funi di metallo molto utili specialmente in alcune situazioni in cui ci si deve calare con molta attenzione. La difficoltà non è eccessiva a patto di stare molto attenti e calzare degli scarponcini.

Più attenzione negli ultimi metri dove si rischia di scivolare. Durante il percorso si potranno incontrare degli incoscienti (solitamente dei ragazzi) non muniti di scarpe idonee o addirittura in ciabatte. I piedi e la vita sono loro, da non imitare. Sconsigliato a chi soffre di vertigini ovviamente.

Il tempo di percorrenza è abbastanza breve e il panorama è davvero mozzafiato per tutto il percorso.

Arrivati sulla spiaggia si può decidere di prendere posto (ricordo che dopo le 8:30 arrivano le navi con i turisti) oppure proseguire a sinistra oltre le Due Sorelle dove ci si deve arrampicare sulle rocce a ridosso del mare e scendere aiutandosi da una corda per arrivare sull’altra spiaggia (più tranquilla) che consiglio di percorrere fino in fondo per osservare i resti di vecchie costruzioni per gli ormeggi (purtroppo anche con carcasse metalliche arrugginite).

Chi è abituato ai sentieri e alle vette dei Sibillini, troverà divertente questa breve escursione tra arrampicate e discese, un panorama davvero unico e una bella nuotata.

Per il ritorno consiglio di procedere dopo che il sole avrà lasciato l’ombra sul sentiero, dopo il primo pomeriggio.

Per godere di un po’ di pace mi raccomando: andiamo presto.

Tempi fino e dalla prima spiaggia: andata 45 min – Ritorno 1 ora

Difficoltà: E

Dislivello: 213,5 m (dall’inizio del passo)

Macerata-M. Conero con Google Maps.

Ascoli P.-M.Conero con Google Maps.

Foligno-M.Conero con Google Maps.

<<< Inizio articolo  Home