Priora. La partenza dal rifugio del Fargno Stampa
Share
Priora/3Vescovi/Berro - I sentieri Priora/3Vescovi/Berro
Scritto da Paolo Ciccarelli   
Venerdì 09 Gennaio 2009 23:10

 DAL FARGNO ALLA PRIORA PER PIZZO BERRO; RITORNO PER PIZZO TRE VESCOVI (difficoltà E)

Dal rifugio del Fargno si possono raggiungere tre vette importanti dei Monti Azzurri: Pizzo Tre Vescovi, Pizzo Berro e l'immensa Priora o Pizzo Regina. Si parte già da una quota ragguardevole considerando che il rifugio si trova 1.820 metri.

Per arrivarci dovete percorrere circa 4 Km di sterrata dove fin dall'inizio si nota inequivocabilmente lo sgretolarsi della montagna che sovrasta la strada. Tutto sommato posso dire che la parte iniziale è discretamente percorribile mentre da circa la metà in poi bisogna fare un pochino più di attenzione per qualche sasso e buca di troppo. Complessivamente è accessibile senza troppi traumi. Il rifugio si trova proprio sotto Pizzo Tre Vescovi ed ha la particolare forma di un cilindro ottagonale molto schiacciato.

Nei periodi in cui è aperto, (di solito quello estivo), potete anche prenotare per mangiare pietanze di ottima fattura.

Appena arrivati non potete non notare un grosso ammasso roccioso avanti a voi; è il Monte Bove Nord. In lontananza, al termine della Val di Panico, c'è Pizzo Berro la prima cima che ho raggiunto. Da questa prospettiva quasi mette paura pensare di arrivare lassù in cima…si vede il sentiero che si inerpica ripido in una porzione di montagna che non sembrerebbe molto agevole…

Il sentiero che conduce a Pizzo Berro è il N,18 che diventa N. 19 più avanti (all'inizio non è numerato) mentre quello spostato più a sinistra, conduce prima a Pizzo Tre Vescovi ed è il N. 274 che ho percorso al ritorno. La prima parte del tracciato che porta a Pizzo Berro, sale in maniera graduale ed a tratti è quasi pianeggiante ma non illudetevi, la pendenza aumenterà drasticamente presto. Fino a che non arriverete a Forca Angagnola, alla vostra sinistra ci sarà solamente il versante della montagna mentre a destra la Val di Panico con i paesi di Casali e Ussita sotto il Monte Bove.

Forca Angagnola è il punto in cui vi troverete in cresta e, con le spalle rivolte verso il rifugio, Pizzo Berro di fronte e Pizzo Tre Vescovi dietro di voi, a destra e a sinistra la Val di Panico e la vallata dell'Ambro. Se non desiderate raggiungere Pizzo Berro ma volete andate direttamente al Monte Priora, più avanti il sentiero N. 18 si divide in due e quello a sinistra, più in basso, vi risparmierà una bella salita (il sentiero sulla carta, continua ad essere il N. 18).

E' un tratto praticamente pianeggiante che vi porta all'inizio della sua ascesa una salita impegnativa (si sale fino ad oltre 2.300 metri ) sempre in cresta con la vallata del Tenna e il Monte Sibilla alla vostra destra.

Anche quella per il Berrro non è per nulla da sottovalutare e per chi ha scelto questa via, ad un certo punto, poco prima di arrivare in vetta, potrà osservare la “ferratina”, il tratto da fare aggrappandosi alla catena per chi proviene da Forca della Cervara un tratto abbastanza insidioso o per chi ha deciso da Forca Angagnola o dal rifugio di intraprendere il sentiero N. 275 o N. 277 nella carta dei sentieri.

Dalla Priora poi sono tornato indietro ed ho raggiunto Pizzo Tre Vescovi percorrendo il sentiero N. 273. C'è un passaggio suggestivo tra le rocce che emergono imponenti verso la fine. Sono quasi 200 metri di dislivello rispetto a Forca Angagnola; una ascesa un po' meno difficoltosa rispetto alle precedenti. Vi ricordo sempre di stare attenti nei tratti in discesa e di non abbassare mai la guardia. Si scivola con facilità. Un percorso classificato con difficoltà E, non troverete acqua ed ombra durante tutto il tragitto ma al ritorno, se avete prenotato al rifugio, potrete rilassarvi con dell'ottimo vino e delle gustose pietanze. Buon appetito allora!!!!!

<<< Torna alle Partenze Priora/3Vescovi/Berro  Torna alla Home Priora/3Vescovi/Berro  Home