La possente rocca di Urbisaglia Stampa E-mail
Share
Rocche-Castelli - Rocca di Urbisaglia
Scritto da Paolo Ciccarelli   
Venerdì 26 Giugno 2009 12:15
ORARI E VISITE

Gennaio e Febbraio:
Sabato: apertura a richiesta. Tel: 0733 202942. Orari: 10-13/14:30-16:30
Domenica: operatore  turistico Via Sacrario, 9. Orari: 10-13/14:30-16:30
Marzo:

Sabato: apertura a richiesta. Tel: 0733 202942. Orari: 10-13/15-18
Domenica: orario :10-13/15-18
Gli altri mesi aperto Sabato e festivi.
Da metà Giugno a metà Settembre: aperto tutti i giorni. Orari: 10-13/15/19
L'ingresso è a pagamento. Rocca di Urbisaglia-Parco archeologico: € 7,00 ridotto € 5,00. Solo Rocca di Urbisaglia € 2,00 ridotto € 1,00.
Tel. Ufficio Turistico: 0733 506566 (per conferme!)

A DIFESA DI URBISAGLIA MEDIOEVALE, CINTA MURARIE ED UNA ROCCA MILITARE ESAGERATA
 
Chi di voi si ricorda del francobollo da 750 lire? Ebbene si, era prorpio la rocca di Urbisaglia quella stampata su quel piccolo rettangolino che per molti anni ha accompagnato in giro per il mondo le nostre lettere e cartoline.
 
La memoria ci riporta indietro negli anni intorno al 1264; si hanno infatti delle documentazioni che testimoniano l'occupazione della rocca da parte dei tolentinati che la restaurarono per poi servirsene. Questo fatto ci induce inequivocabilmente ad affermare che l'esistenza della fortezza, è risalente ancor prima al 1264.
 
Successivamente, intorno al 1500 sotto il pontificato di Giulio II, la rocca di Urbisaglia fu riedificata e rinforzata in seguito allo sviluppo e al diffondersi di armi sempre più micidiali con l'utilizzo della polvere da sparo. Tra i probabili architetti e ingegneri che hanno dato avvio alla costruzione, si ricorda il nome di Antonio Lombardo.
 
Dopo il dominio da parte dalla città di Tolentino, nel 1569 la fortezza fu restituita ad Urbisaglia ed inesorabilmente, il trascorrere del tempo la degradò sempre più anche se il danno maggiore fu causato dall'uomo. Infatti in seguito alla costruzione di una nuova strada per Tolentino tra il 1878 ed il 1880, quasi tutto il fronte sud venne abbattuto per far posto all'imbocco della via con una galleria attraverso la rocca per un più facile accesso al paese. Grazie all'intervento del prefetto l'abbattimento vandalica della costruzione fu interrotto e tra il 1909 ed il 1938 fu ricostruita la cortina abbattuta. 
 
La rocca di Urbisaglia ha una pianta rettangolare  ed un perimetro di circa 145 metri con quattro torri angolari scarpate. L'accesso avveniva tramite una scala a cordata elicoidale tra due torri e veniva protetta dalle bocche di fuoco poste nel torrione nord e dalle caditoie nel mastio. Una particolarità importante è che un lato delle mura, si trova all'interno del centro abitato di Urbisaglia; in questo modo dalla rocca si poteva tenere d'occhio anche la popolazione del paese e le eventuali rivolte interne. 
 
Non è altro che la ciliegina sulla torta di un bellissimo parco archeologico sito ai piedi dell'omonima città; percorsi, che ripercorrono antichi teatri e acquedotti romani in una atmosfera tutta da vivere.