La faggeta della Scurosa Stampa E-mail
Share
Escursioni varie
Scritto da marco lambertucci   
Sabato 07 Novembre 2009 23:00

ALLE PORTE DELLO SPLENDIDO PAESE DI PIORACO, UNA VALLE DAL FASCINO D'ALTRI TEMPI: LA SCUROSA
Traccia GPS: qui (utenti registrati)

La splendida faggeta della Scurosa è un luogo da visitare principalmente in due periodi dell'anno, in primavera e soprattuto ora, in pieno autunno, per la magia di colori che è in grado di offrire.

Tutto questo con poca fatica, visti i 6 km di un itinerario mai difficile, sempre piacevole e con un dislivello ottimamente  distribuito che rendono questo itinerario una vera e propria  passeggiata verso la Bocchetta della Scurosa,  vostro punto d'arrivo.

Da qui si apre una aerea visione dei campi di Colfiorito, mentre un pò più a destra troverete la cima del Monte Pennino, raggiungibile ai più volenterosi con un ulteriore tragitto di circa 2 ore (a/r).

Tornando alla nostra faggeta, le parole da usare sono in verità ben poche, preferisco lasciare ampio spazio alle foto ospitate in queste pagine; basti dire che  all'interno della Scurosa dimenticherete lo  scorrere del tempo e sarete al riparo da tutti i rumori che accompagnano la nostra quotidianità (per usare il cellulare dovrete  aspettare di essere arrivati alla Bocchetta); sentirete solo il vostro respiro, il fruscio delle foglie ai vostri piedi e il rumore delle gocce d'acqua  che cadono dalle cime degli alberi man mano che il sole scioglie la brina mattutina lì formatasi, mentre il resto della valle resta ancora nell'ombra.

In primavera occorre mettere in conto l'attraversamento in più punti del letto del torrente che ci fa anche da guida per tutto l'itinerario (oltre ad un evidente sentiero); niente di problematico, i punti di guado non sono mai profondi, occorre solo un minimo di attenzione per non scivolare, ed il tutto sarà anche divertente. Tempi di percorrenza molto flessibili; occorrono poco più di 4 ore per tornare all'auto fermandosi però per fare molte foto.

Per arrivare occorre dirigersi verso il paese di Pioraco e poi prendere in direzione Sefro; passato il paese prendete la strada che va verso  Montelago e percorretela per circa 3 km. Poco prima che cominci a salire in prossimità del paese di Sorti troverete, sulla destra, uno evidente slargo con un capanno ed un cartello che indica la Scurosa ed il sentiero Francescano. Siete arrivati, lasciate pure l'auto e buona passeggiata!

Dislivello: mt 572 

Difficoltà: T

Tempo di percorrenza: 4h a/r con molte pause

Macerata-Sefro con Google Maps.

Ascoli P.-Sefro con Google Maps.

Foligno-Sefro con Google Maps.

DICHIARAZIONE DI NON RESPONSABILITA'

L'autore declina ogni responsabilità per la attualità, correttezza, completezza o qualità dell'informazione riportata. Richieste di indennizzo riguardo danni causati dall'uso di qualsiasi informazione fornita, incluso ogni tipo di informazione incompleta o non corretta, saranno quindi rifiutate. Tutte le notizie riportate sono non vincolanti e senza alcun obbligo. Parti delle pagine o la completa pubblicazione inclusi i files allegati potranno essere integrate, modificate, parzialmente o interamente cancellate dall'autore senza alcun preavviso.  

<<< Inizio articolo  Home