Banner
Banner

I sentieri perduti volume 1

Paesini "fantasma"

New TrekkingMA
Escursioni/Eventi in programma

- Domenica 24 Novembre 2019: da Bolognola a Pizzo Meta per la F.te dell'Aquila!

by AG

Accedi/Registrati



Ultimi commenti

Ricevi le news

Iscriviti

Privacy e Termini di Utilizzo

Brevi news

Monti Sibillini: ucciso un altro lupo!
Sabato 17 Gennaio 2015
 UN ALTRO LUPO SOTTO LE GRINFIE DEI BRACCONIERI!Purtroppo, ancora... Leggi tutto...
Ricoverato il muratore di Dio!
Sabato 22 Novembre 2014
PADRE PIETRO LAVINI SOCCORSO DALL'ELIAMBULANZA!Quanti di noi... Leggi tutto...
Spezzato il volo libero di un'Aquila Reale!
Lunedì 16 Gennaio 2012
 UN PATRIMONIO DEI SIBILLINI ABBATTUTO DAI BRACCONIERI! Dopo la... Leggi tutto...
Non c'è limite all'odio!!
Sabato 29 Gennaio 2011
DECAPITATO UN LUPO E MOSTRATA LA SUA TESTA COME UN TROFEO:... Leggi tutto...
Si alza il sipario sulla Sibilla!
Lunedì 23 Agosto 2010
RIVALUTAZIONE DEL M. SIBILLA E DELLA SUA FAMOSA GROTTA  La Sibilla... Leggi tutto...

Neve Lame Rosse. Giampiero

Get the Flash Player to see this rotator.
Powered By Joomla.it
cartina

Sondaggio

La vetta che ti appartiene:
 
Trekkingmontiazzurri. La Delizia del Silenzio: i M. Sibillini
Agosto 2009, alba alla Sibilla. La fata rema contro... Stampa E-mail
Share
Cronache - Cronache dalla Sibilla
Scritto da Paolo Ciccarelli   
Giovedì 13 Agosto 2009 00:40

LA LUNA FAVOREVOLE DI AGOSTO, CI PORTA IN NOTTURNA IN VETTA ALLA SIBILLA. UN'ALTRA ALBA DA INCORNICIARE CON QUALCHE CONTRATTEMPO...

Dopo l'avventurosa alba trascorsa i primi di Luglio sul Monte Vettore conclusasi con un incredibile temporale che ci ha ridotto tutti quanti a stracci per pavimenti, avevo intenzione di fissare quanto prima, se mi era possibile, la data per un'altra notturna, questa volta sulla Sibilla, nel mese di Agosto per verificare se effettivamente quest'anno le giornate con la Luna favorevole erano nate sfigate fin dall'inizio dei tempi che furono.

Fatti un pò di conti e controllato sul calendario, la giornata ideale è quella tra l'8 ed il 9 Agosto e senza indugio la inserisco nella programmazione circa un mese prima con la mia chiara intenzione di non preoccuparmi troppo del meteo cercando di non dare ascolto alle previsioni a lunga scadenza che poi alla fine si rilevano spesso completamente inesatte.

 
Sorgenti dell'Ambro. La partenza dal santuario dell'Ambro Stampa E-mail
Share
Sorgenti dell'Ambro - I sentieri per le sorgenti dell'Ambro
Scritto da Paolo Ciccarelli   
Lunedì 10 Agosto 2009 21:15

DAL SANTUARIO DI MADONNA DELL'AMBRO, UNA GRANDE ESCURSIONE AD ANELLO PER RAGGIUNGERE LE SORGENTI DELL'OMONIMO TORRENTE (difficoltà EE)

E' una lunga, estenuante, suggestiva e bellissima escursione che, dal santuario, si snoda tra splendidi boschi ed immensi pascoli nell'alta valle ai piedi della Priora, Pizzo Berro, Pizzo Tre Vescovi  e M. Castel Manardo fino al raggiungmento della particolare sorgente del torrente Ambro, una grotta sotto la parete del superbo Pizzo Regina dalla quale acqua pura e fresca sgorga abbondante e si getta quasi immediatamente nella orrida gola scavata con paziente lavoro dopo decine di secoli di lunga erosione.

E' un anello che, a scelta, può essere percorso o in un verso o nell'altro; i punti di partenza sono rispettivamente a destra della fontana che si trova oltre il santuario oppure a sinistra del santuario salendo immediatamente il bosco dopo aver attraversato il ponte sul fiume. E' da quest'ultimo punto che descriverò il percorso per raggiungere le sorgenti.

 
M. Rotondo. La partenza da Casali Stampa E-mail
Share
Monte Rotondo - I sentieri per il Monte Rotondo
Scritto da Paolo Ciccarelli   
Lunedì 03 Agosto 2009 00:15

UN'ALTRA SPLENDIDA ESCURSIONE PER RAGGIUNGERE IL MONTE ROTONDO: DA CASALI, L'ENNESIMO DISLIVELLO CHE SUPERA I 1.000 METRI (difficoltà E)

Si inerpica da Casali l'ennesimo sentiero per raggiungere il M. Rotondo ed anche questa è un'escursione grandiosa soprattutto per quello che offre mentre si sale. Appena scesi dall'auto, il M. Bove Nord sembra ci cada addosso schiacciandoci come delle insignificanti e minuscole pulci. Non si può trattenere l'istinto di scattargli qualche foto e non sarà l'ultima che gli farete perchè durante l'ascesa resterete esterrefatti per la sua bellezza!

Il giorno che ho effettuato l'escursione, credo sia stata una delle giornate più limpide nella quale mi sono imbattuto e quella mattina, insieme all'inaspettata quanto mai gradita compagnia di Angelo, il M. Bove Nord sembrava stampato davanti ad un cartoncino di un blu intenso da sembrare finto. Si intravedevano tutti i particolari della sua massiccia parete rocciosa illuminati da un sole che pian piano si faceva strada su nel cielo e che da lì a poco avrebbe fatto di una mattinata fresca, una giornata decisamente calda.

 
Il Bove. La partenza da Casali Stampa E-mail
Share
Il Bove - I sentieri per il M. Bove
Scritto da Paolo Ciccarelli   
Mercoledì 29 Luglio 2009 21:25

DA CASALI FINO ALLA IMPRESSIONANTE E POSSENTE MURAGLIA DI FORCA DELLA CERVARA PROSEGUENDO VERSO IL M. BOVE SUD (difficoltà EE)

La Val di Panico è una tra le vallate più belle che ci sono nei nostri Sibillini e percorrerla nella sua interezza è certamente motivo di grande soddisfazione. La splendida valle si trova immersa tra due creste straordinarie che uniscono vette importanti: quella che da Pizzo Tre Vescovi si snoda verso il massiccio del Pizzo Berro e quella che dal M. Bove Nord e dalla sua Croce, collega il M. Bove Sud.

La valle si interrompe con  il tratto di cresta che a mio parere è il più suggestivo ed emozionante da percorrere; è chiamata Forca della Cervara o Forcella della Neve ed unisce il M. Bove Sud con il Pizzo Berro.

 
M. Rotondo. La partenza da Vallecanto Stampa E-mail
Share
Monte Rotondo - I sentieri per il Monte Rotondo
Scritto da Paolo Ciccarelli   
Sabato 25 Luglio 2009 21:15

LUNGO LA VALLE DEL RIO SACRO, UNA DURA ASCESA AL M. ROTONDO CHE NON FINISCE MAI ...MA CHE SODDIFAZIONE...(difficoltà EE)

Ad osservare il tragitto dalla cartina topografica, già si intuisce che l'escursione al M. Rotondo con partenza da Vallecanto, è decisamente lunga ma purtroppo non possiamo quantificare la quantità di energia e fatica che bisogna impiegare per portarla a termine. Ebbene, se volete prendere per buono ciò che vi scrivo....dovete essere in gran forma ragazzi!

La splendida e spettacolare gola del Rio Sacro (devastata dalla furia della natura) formata dall'omonimo piccolo torrente affluente del Fiastrone, ricca di storia legata alle numerose vicende di monaci eremiti, di abbazie e grotte disseminate un pò ovunque, fa da contrappeso ad immense praterie verdeggianti da lasciare a bocca aperta dopo aver attraversato un bosco di faggio.

Ultimo aggiornamento Domenica 29 Giugno 2014 14:15
 
Parco del Conero: alle Due Sorelle dal Passo del Lupo Stampa E-mail
Share
Escursioni varie
Scritto da Aldo   
Mercoledì 15 Luglio 2009 09:00

M. CONERO. DALLA MONTAGNA AL MARE IN POCO MENO DI UN'ORA: DISCESA PER PASSO DEL LUPO VERSO LE DUE SORELLE. 

Sicuramente il posto più conosciuto del Parco del Conero, le Due Sorelle oltre alla bellezza delle acque e delle rocce è un luogo che mi ha incuriosito per i pareri discordanti sulla difficoltà per il raggiungimento della spiaggia dal Passo del Lupo.

In passato ho raggiunto questo luogo con le classiche navi che portano i turisti ma questa volta c’era da sperimentare una nuova esperienza.

Raggiungendo la strada che porta sulla cima del Conero (alcuni km dopo Sirolo sulla destra) si percorrono 700-800 m e si gira a destra (insegna Bar Belvedere) si fanno 100 m su una sterrata e si parcheggia prima del segnale di divieto di transito, oltre il quale è probabile prendere una multa. Consiglio nei mesi di alta stagione di arrivare nel primo mattino.

 
Luglio 2009 l'alba al Vettore: quasi sempre col naso all'insù! Stampa E-mail
Share
Cronache - Cronache Lago di Pilato/Vettore
Scritto da Paolo Ciccarelli   
Lunedì 06 Luglio 2009 23:45

TANTA "SOFFERENZA" PER UN GRANDE SPETTACOLO. 4 LUGLIO 2009: L'ALBA SUL VETTORE INIZIA QUASI UNA SETTIMANA PRIMA

Dopo due weekend di tempo incerto e a volte fastidiosamente pessimo quasi ridesse alle nostre spalle per il dispetto fatto, ero molto fiducioso nel terzo fine settimana durante il quale avevo programmato una gitarella notturna al Vettore per assistere ad uno degli eventi più splendidi che madre Natura, ogni santo giorno, ci propone con millimetrica regolarità: l'alba.

Arrivano le prime adesioni dagli amici e da alcuni fedelissimi di Trekkingmontiazzurri ma la notizia più gradita sembra giungere dal meteo: le prime indicazioni promettono temperature in salite a da metà settimana l'arrivo dell'anticiclone che dovrebbe garantire tempo stabile e sole. "E vai...è la volta buona...." ho pensato tra me.

 
La possente rocca di Urbisaglia Stampa E-mail
Share
Rocche-Castelli - Rocca di Urbisaglia
Scritto da Paolo Ciccarelli   
Venerdì 26 Giugno 2009 12:15
ORARI E VISITE

Gennaio e Febbraio:
Sabato: apertura a richiesta. Tel: 0733 202942. Orari: 10-13/14:30-16:30
Domenica: operatore  turistico Via Sacrario, 9. Orari: 10-13/14:30-16:30
Marzo:

Sabato: apertura a richiesta. Tel: 0733 202942. Orari: 10-13/15-18
Domenica: orario :10-13/15-18
Gli altri mesi aperto Sabato e festivi.
Da metà Giugno a metà Settembre: aperto tutti i giorni. Orari: 10-13/15/19
L'ingresso è a pagamento. Rocca di Urbisaglia-Parco archeologico: € 7,00 ridotto € 5,00. Solo Rocca di Urbisaglia € 2,00 ridotto € 1,00.
Tel. Ufficio Turistico: 0733 506566 (per conferme!)

A DIFESA DI URBISAGLIA MEDIOEVALE, CINTA MURARIE ED UNA ROCCA MILITARE ESAGERATA
 
Chi di voi si ricorda del francobollo da 750 lire? Ebbene si, era prorpio la rocca di Urbisaglia quella stampata su quel piccolo rettangolino che per molti anni ha accompagnato in giro per il mondo le nostre lettere e cartoline.
 
La memoria ci riporta indietro negli anni intorno al 1264; si hanno infatti delle documentazioni che testimoniano l'occupazione della rocca da parte dei tolentinati che la restaurarono per poi servirsene. Questo fatto ci induce inequivocabilmente ad affermare che l'esistenza della fortezza, è risalente ancor prima al 1264.
 
Successivamente, intorno al 1500 sotto il pontificato di Giulio II, la rocca di Urbisaglia fu riedificata e rinforzata in seguito allo sviluppo e al diffondersi di armi sempre più micidiali con l'utilizzo della polvere da sparo. Tra i probabili architetti e ingegneri che hanno dato avvio alla costruzione, si ricorda il nome di Antonio Lombardo.
 
Il Monte Vettore da Altino Stampa E-mail
Share
Lago di Pilato/Vettore - I sentieri per il lago di Pilato e Monte Vettore
Scritto da Paolo Ciccarelli   
Lunedì 22 Giugno 2009 12:30

ALTINO-VETTORE:
- ANDATA IN CRESTA ATTRAVERSANDO I PRATI DI ALTINO. POTENTE IL PIZZO DEL DIAVOLO (difficoltà EE)
- RITORNO PER S.M. IN PANTANO. IMPRESSIONANTE L'IMBUTO DEL VETTORE (difficoltà EE)

Il Vettore. Conquistarlo da Forca di Presta per il tipico itinerario molto frequentato per ambire anche al lago di Pilato, è la via decisamente più seplice ma se qualcuno vuol mettere alla prova le proprie capacità d'escursionista ed assaporare una cresta mozzafiato ed un ambiente decisamente selvaggio bèh, il percorso ad anello che inizia dal grazioso paesino di Altino è decisamente quello più adatto.

Ciò che descriverò qui, è un tragitto molto faticoso e lungo che ho sperimentato sopra le mie spalle (come del resto tutti gli altri; nel sito, vi ricordo che non ci sono descrizione dei sentieri se prima non li ho percorsi personalmente!) ma che gratifica l'animo di colui che è veramente innamorato della montagna. Più volte durante questa escursione mi ha sfiorato nella mente il pensiero: "Ma chi me lo fa fare..." ma è stata una flebile fiammella che si è spenta immediatamente alla visone di quello che, man mano che proseguivo, mi si spalancava davanti agli occhi.

 
<< Inizio < Prec. 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 Successivo > Fine >>