Nottoria Stampa
Share
Paesi - Nottoria
Scritto da Paolo Ciccarelli   
Martedì 17 Settembre 2013 08:30

IL PAESE DI NOTTORIA LUNGO L'ANTICA VIA PER LA SALARIA

Il piccolo paese di Nottoria si trova vicino la più conosciuta città di Norcia in provincia di Perugia proprio ai margini del Parco Nazionale dei Monti Sibillini. In tempi lontani era una tappa fondamentale per tutti i viaggiatori e viandanti che intendevano raggiungere la Valle del Tronto.

Infatti si trova lungo l'antica strada chiamata "della Portella" che collegava il Piano di S. Scolastica di Norcia con la Salaria che unisce tutt'oggi Ascoli Piceno con Roma. Si trovava in un punto strategico anche perchè era vicinissima a quello che un tempo era il confine tra lo Stato Pontificio ed il Regno di Napoli (ricordiamo i due ceppi di confine lungo l'asse Nord-Sud passando per la cima del Monte dei Signori).

Il suo nome (in dialetto locale Nutturìa) deriverebbe forse da il nome dialettale di un particolare mirtillo chiamato "Nùttura". C'è però chi sostiene che provenga dal fatto che la piccola cittadina fu costruita di notte dopo la distruzione di un paese a causa di un cedimento di una diga. L'ipotesi più attendibile e credibile sull'origine del nome Nottoria è quella che il toponimo molto probabilmente deriva dalla parola dialettale locale Nòttora cioè pipistrello che erano presenti in numero considerevoli nelle cascine e grotte del paese. 

E' suddiviso in due nuclei ben distinti (Villavecchia e Villanuova) ognuno con la propria fonte una del 1862 e l'altra, più recente, del 1943. Una prima chiesa intitolata a S. Stefano fu costruita ai piedi del Monte Terrìa un pò distante dal paese. Oggi purtroppo è rimasta solamente una piccola parte pericolante a testimonianza di quella che un tempo doveva rappresentare un punto di riferimento per molti fedeli.

Probabilmente è stata proprio l'ubicazione la causa del suo decadimento; la lontananza dal centro ha portato la chiesa ad un progressivo abbandono fino a quando, nel XVI secolo, fu costruita l'attuale parrocchiale chiamata chiesa di S. Stefano o S. Maria della Cerquiglia. All'interno è costituita due navate non simmetriche mentre all'esterno, oltre ad un edificio annesso, è costituita da un campanile a vela che può accogliere fino a quattro campane ed  una facciata a capanna con due oculi con un massiccio portone del XVI secolo.

Di particolare interesse a Nottoria è una favolosa quercia secolare che sembra quasi essere il guardiano del paese. Ha più di quattro secoli, è alta 22 metri, la circonferenza del tronco è di 5.3 metri mentre la circonferenza della chioma è di circa 30 metri. Una possente e maestosa pianta che trasmette forza e tranquillità allo stesso tempo. Sedersi sotto la sua immensa chioma ed ascoltare in silenzio la sua voce è davvero molto particolare; è come se dall'alto della sua esperienza e saggezza secolare ci trasmettesse la calma e la pazienza che forse troppo spesso perdiamo soprattutto in un periodo così difficile come quello che stiamo attraversando. 

<<< Torna alla Home di Nottoria  Home